fbpx

Edizione N° 17: Acque Meravigliose

Del Giornale del Drago

10 di Haldinar 1418

Notizia dell’Ultima Ora: un Blitz delle forze di Polizia, capitanate da Malice Ria e coadiuvato da alcuni avventurieri (GDR 60), ha catturato alcuni dissidenti di Tal Vashot radunati in zona’ Ragnatela’! La redazione continuerà a seguire la vicenda, aggiornandovi nei prossimi numeri sugli sviluppi politici della vicenda.

Un’acqua meravigliosa (GDR 2)

Emnotork

Darren il Metamorfista ha scritto una lettera che lascia poco all’immaginazione. In poche parole uno dei maghi più potenti di Emnotork dice:

La mia Torre-fantasma è stata assediata dalle creature del vuoto. Scrivo non per chiedere aiuto, ma per informare il continente e Synistas stessa di una condizione grave di cui sono venuto a conoscenza. Le creature che sono arrivate nella mia torre sono risalite dalle fogne, provengono dalla Palude di Ronduir, a nord est del capoluogo. Vi è un passaggio che collega gli ex laghi di Semplicia, dai quali si è formata la palude di Ronduir al termine della glaciazione, sino alle fogne della nostra città.

Un Worth è stato in attività nella palude e non solo ha portato creature, ma ha anche evidenziato nuove spiacevoli iniziative del culto del vuoto. Una nuova creatura chiamato “Mille Tentacoli” è capace di nuotare sia in acque putride che nei nostri stessi acquedotti rilasciando quantitativi ingenti di meraviglia.

Voglio allertare ogni sacerdote di Malvar e ogni carica di responsabilità, da Tal Vashot a Parsy Vorianek, sino ad Omergran. Chiunque abbia bevuto acqua corrente in città ha una piccola parte di meraviglia, diversa da quella che conosciamo, in circolo. Secondo quanto scoperto questa non produrrà alcun danno all’organismo, ma tutta questa energia del vuoto parcellizzata a piccole dosi sull’intera popolazione della città, potrebbe essere il preludio di un grande rituale.

Ho messo a punto una pozione che ho chiamato “il Castiga Vuoto”. Ne ho inviate scorte sia presso il Palazzo dei Maghi dell’aria che presso la Testa di Neikra. Basterà farla bere a tutta la popolazione per evitare che la meraviglia continui a girare in circolo nel corpo dei cittadini.

D’altro canto questo non risolverà il problema, bisogna uccidere ogni “Mille Tentacoli” presente nell’acquedotto e presso la palude, così da evitare che la circostanza si ripresenti.

La palude di Ronduir necessita di una vigilanza più stretta, fortunatamente un Mille Tentacoli è stato abbattuto dal gruppo denominato “Investigatori Casuali” ma non è detto che fosse il solo. Inoltre l’acquedotto della città deve essere ispezionato al più presto.

Protezione dalla Terra (GDR 15)

Emnotork

Chi può dire se la salvezza giungerà da grandi armate o forse dalla più fragile delle erbe?

In un sotterraneo sotto un villaggio morto da tempo, a nord della Catena Montuosa delle Gorathas, un piccolo gruppo di esploratori ha recuperato campioni di una pianta considerata estinta da tempo.

Il Volo è un erba dallo stelo di pochi centimetri, capace di sopravvivere solo in condizioni di elevata umidità, ma il suo vero potere è a dir poco sorprendente: la leggenda narra che possa essere usata per impedire al Vuoto di entrare nel Mondo.

Gli esploratori hanno riferito che i segreti del Volo sono celati in un tomo di origine elfica nascosto presso la pianta stessa.

Decifrando il libro, questi sono venuti a conoscenza del fatto che nel passato la pianta doveva essere trattata da una persona particolare, chiamata negli antichi testi ‘la Dea Bambina’.

Questa Dea aveva il dono di poter usare l’erba in un rituale che in grado di rallentare l’aprirsi dei Worth, allontanando la minaccia delle profezie.

Ora il gruppo sta indagando sulle tracce della Dea Bambina, sperando che l’entità possa tornare a usare i suoi poteri per aiutare tutto il continente.

Un’aria meravigliosa (GDR 50)

Emnotork

La droga chiamata Meraviglia continua a fare parlare e a creare problemi. Non lontano dalla capitale sotterranea degli orchi, Karrakadez, in particolare sui Monti Millenari a nord delle Terre di Confine, la confraternita dei Violini d’arme si è imbattuta in una situazione singolare che presto o tardi potrebbe riguardare l’intero continente.

La confraternita, un pugno di avventurieri di grande valore, ha avuto a che fare con degli orchi che una volta deceduti sono stati capaci di rilasciare nell’aria grandi quantitativi di meraviglia.

I dettagli non ci sono ancora chiari, ma si tratta di vere e proprie nubi tossiche che possono estendersi andando a toccare velocemente territori di discreta grandezza. Non si sono ancora accertate le proprietà specifiche di questo tipo di meraviglia, ma grazie ai Violini D’arme avremo presto una risposta.

Un dato interessante che è stato provato, riguarda il fatto che ciascun cadavere aveva subito un trapianto di fegato. Tale prassi può essere ripetuta per qualsiasi razza, rendendo di fatto ogni soggetto una minaccia invisibile e un portatore di meraviglia.

La confraternita è alle prese con la costruzione di una maschera anti-meraviglia che potrebbe salvare la vita di molti e limitare il potere dei cultisti del vuoto. Non manca molto alla costruzione del prototipo, frattanto tenetevi a debita distanza se nel cielo vedete qualcosa di inconsueto e di scuro, che aleggia nell’aria senza mai dare l’impressione di precipitare al suolo.

Rivolta a Obscurissian (GDR 35)

Emnotork

Nell’area più nord occidentale di Emnotork, da poco prima del Grande Gelo ha preso il potere l’Ordine Teocratico dell’Astro Purificato.

Garantendo ordine, sicurezza e giustizia, i membri dell’Ordine si danno alla caccia di chiunque sfrutti la magia Arcana. Gli Arcanisti sono infatti considerati pericolose mine vaganti, in grado di usare la magia, ma al di fuori dell’ordine Divino.

La città di Obscurissian ha a lungo resistito alle pressioni dell’Ordine, ma il recente arrivo di un Inquisitore Nero ha cambiato le cose.

Nonostante la crescente forza dell’Ordine in città, la situazione sembra più instabile che mai. Un gruppo di dissidenti ha iniziato una campagna denigratoria nei confronti dell’Astro Purificato fomentando la popolazione fino al punto di rottura.

I rivoltosi (noti come il Clan di Gelo e Sangue) hanno fatto scoppiare una prima grande rivolta ad Obscurissian. Diversi templari dell’Astro Purificato, gli “Esecutori”, sono stati trucidati e linciati.

La città è in subbuglio mentre l’Ordine aumenta la guardia per spegnere ulteriori focolai, ma ormai lo stuolo di simpatizzanti cresce sempre di più. Nelle taverne i bardi cantano il loro inno, anche sottovoce. Qualcuno pensa che lo spettacolo propagandistico dell’Ordine che si terrà a breve nel teatro locale, possa rivelare grandi sorprese da entrambe le fazioni.

Obscurissian fa da ago della bilancia per lo scoppio di una possibile guerra aperta all’Ordine.

La minaccia Manhur (GDR 16)

Emnotork

Nella città segreta di Manhurit, nascosta sotto il deserto del Confine del Fuoco giace una terribile minaccia.

Qui vivono e prosperano antichi popoli, gli elfi lunari, bellissimi, saggi e rinnegati dal mondo. Sicuri nella loro dimora occulta, i Figli della Luna finiscono però per stillare lacrime di rugiada anche nel loro rifugio.

Infatti, sotto lo sguardo delle Tre Fasi le vite di molte giovani sono svanite, come stelle alle prime luci del mattino. Eppure questa tragedia è solo araldo del dolore che presto giungerà. Ricercando insieme ai miei compagni ho scoperto che le morti delle giovani elfe non sono né casuali, né volontarie.

Un piano oscuro si cela dietro di esse, forse volto a risvegliare i leggendari Manhur, giganti di cristallo che, vi avviso, porteranno distruzione non solo agli elfi e non solo al sottosuolo. I miei compagni stanno cercando di portare sollievo al popolo sotterraneo, a risolvere l’intrigo e a salvare le fanciulle che stanno venendo mietute dal complotto.

Ma essi, per quanto valorosi, non devono combattere da soli. Aiutate gli Artigli del Caos, sventate questa minaccia.

Pubblicate, vi prego, questa mia supplica, affinché il mondo sappia, affinché la speranza non svanisca. Affinché la notte possa essere rischiarata ancora dalla luce della Luna.

Estratto da una lettera di Seilaht Zadruk, la Corda Suadente del Deserto, il Tre Volte Tre.

La Chiusura del Worth (GDR 47)

Emnotork

Il sole è sorto di nuovo sul canale di Quata.

Il buio sovrannaturale che ha avvolto la zona è stato motivo di panico e scompiglio per molti. Il fenomeno, chiaramente sovrannaturale, è solo una delle molte manifestazioni del potere che il Vuoto sta esercitando sui vari continenti.

L’assenza di luce era dovuta all’influenza di un’eminenza oscura, una umana mutata dal Vuoto nota come Signora della Notte.

L’aberrante creatura è stata vista in compagnia di una massa carnosa semi senziente, poi identificata come suo figlio Nairos, dotata di troppi occhi ed arti per poter ricordare ancora una figura umana.

L’intervento degli avventurieri noti come Braci Ardenti ha permesso di risolvere la situazione e ripristinare la luce sul Canale, ma non senza che questi ultimi corressero un gravissimo rischio.

Si è scoperto infatti che l’informe creatura era riuscita sintonizzarsi con un Worth in particolare e che La Signora della notte era riuscita ad aprire il varco, intenzionata ad attraversarlo.

Lo scopo delle aberrazioni era quello di estrapolare il sangue di una delle creature del Vuoto al fine di tornare umane – ma il compito è stato svolto proprio dagli avventurieri che, insieme all’artefice Olog sono riusciti quindi a ripristinare l’aspetto e la mente di madre e figlio.

Gli eroi, per compiere l’impresa hanno affrontato impavidamente i terrori dell’Altrove, per poi riuscire a sigillare il passaggio una volta per tutte!

L’incredibile azione ci mostra ancora una volta come il coraggio di pochi possa cambiare il destino di molti. Se i portali possono essere sigillati, allora la minaccia del Vuoto potrà essere sventata e le profezie non saranno più che vaghe idee di un futuro che non si realizzerà mai.

Devastazione dal Fuoco

Illica

Il grande Regno di Renais sta attraversando un periodo difficile oramai da tempo.

Come noto, la crisi interna al regno sta erodendo la forza delle istituzioni ed è da tempo oramai che la guerra con Pontebianco rappresenta una, forse l’ultima, speranza per un ritorno allo splendore passato.

Nonostante la vittoria di Renais sia chiaramente inevitabile, la gloria continua a tardare a presentarsi all’appuntamento con la storia.

Un esempio di questa frustrante ed ingiusta verità può essere trovata in uno degli scenari bellici più recenti.

L’assedio di Ancorno stava ancora venendo allestito pochi giorni fa, quando la tragedia ha colpito.

Mentre le tende venivano montate e le strutture d’assedio assemblate, una piccola fiammella si è improvvisamente ingigantita, avvolgendo e divorando equipaggiamenti, risorse alimentari e, soprattutto, soldati innocenti.

La natura delle fiamme si è immediatamente rivelata essere sovrannaturale: impossibili da spegnere senza usare acqua consacrata, hanno bruciato ogni singola tenda nell’accampamento, circondando Ancorno in un cerchio di fiamme.

Fra i 5000 morti non sono periti solo ufficiali e miliziani, ma anche attendenti, infermiere, vivandieri e ogni singola anima troppo sfortunata nell’accampamento e la stessa Inquisitrice presente è stata vista allontanarsi. Alcuni ritengono addirittura che nelle fiamme e nel fumo potesse esser visto un volto demoniaco ridere e gioire della morte che stava portando.

Chi può essere stato così bieco da evocare dei demoni solo per fermare un assedio neanche iniziato? Chi ha ucciso così’ tanti valenti eroi e innocenti, solo per salvare una città che comunque prima o poi finirà sotto il calcagno del Grande Regno di Renais?

Non è possibile dirlo in questo momento. Ma chiunque voi siate, se state leggendo questo articolo sappiate che Renais sopravvivrà come ha sempre fatto, e voi pagherete per i vostri crimini.