fbpx

Edizione N° 18: Caccia al Drago

Del Giornale del Drago

10 di Ruka 1418

Caccia al drago, Chiamata alla armi!

Emnotork

La minaccia del Vuoto è chiara e nota a tutti.

Mese dopo mese il Giornale del Drago ha diffuso notizie sulla devastazione portata dall’apertura degli Worth e dalle orribili creature che ne emergono.

Di settimana in settimana le Profezie da noi pubblicate si sono concretizzate davanti agli occhi dei lettori di questa nostra istituzione.

Ogni giorno nuovi eroi sono stati proclamati, mentre infiniti anonimi sono caduti sotto le armi degli abitanti del Vuoto.

Ora è il tempo di agire! La Casa d’Aste è lieta di potervi riferire questo comunicato di sua Maestà Tal Vashot, così come lo è di poter co-finanziare l’impresa di cui potrete leggere qui sotto:

Miei sudditi, amici lontani e alleati ancora ignoti.

Scrivo queste parole in accordo con la Casa d’Aste per indire una Grande Caccia, le cui specifiche verranno spiegate sul Giornale nel prossimo numero.

Nelle dita di Vorrath si annida una grande Bestia. Nonostante gli avvertimenti ricevuti dalle profezie, nonostante le rassicurazioni del Consiglio dei Draghi, la creatura nota come Thaldrasil si è manifestata a noi.

Essa porta con se distruzione, dolore e disperazione ovunque posi il suo sguardo.

Ma la creatura deve comprendere che è il Mio, il NOSTRO sguardo che deve temere!

Affilate le lame. Preparate le picche. Trovate le giuste parole arcane e pregate i nostri Dei, perché mio popolo ed avventurieri di Emnotork tutta, la caccia al drago del Vuoto è aperta e chiunque mi porterà la sua testa verrà coperto di onori ed oro!

Le creature del Vuoto ci hanno insegnato a temerle attraverso le loro azioni e le profezie che annunciavano il loro arrivo- lasciate che sia io adesso a fare una profezia: Thaldrasil cadrà e io, Tal Vashot adornerò il Mio Palazzo col suo teschio deforme.

Alle Armi!’

La Danza dei Raminghi (GDR 14)

Emnotork

I Bardi hanno innalzato inni alle opere dei gloriosi, in modo che l’intero continente sapesse!

i Raminghi del Mare Sotterraneo (GDR 14) sono un gruppo di avventurieri che ha recentemente ottenuto fama imperitura grazie alle loro azioni e alle sapienti parole dei musicanti.

Non si sa chi abbia composto la ‘Danza dei Raminghi’, ma la ballata si sta diffondendo dalle Terre Fertili a Krastenia, da Velen alla Foresta dei Sussurri, portando i nomi degli eroi alle orecchie e sulle labbra degli avventori di locande eleganti e malfamate.

Ingaggiata una lotta senza quartiere con un orrore senza nome, il versatile Cafre Cabria (Angelo Danilo B.) sembrerebbe aver coordinato i compagni con le proprie manovre, mentre la letale elfa Nienna (Veronica L.) di
Calengol e il tormentato Aranir di Corvo Bianco (Andrea B.) devastavano le tormentate carni della bestia con le loro lame e con i loro dardi.

Ratziel (Matteo Maria C.), il fedele chierico che epura il male dissipando l’oscurità con i suoi miracoli; Rollo (Emanuele) l’astuto esploratore e inventore mai privo di un ultimo asso nella manica – sarebbero stati loro a trovare il geniale modo per chiudere i Worth, mentre il divino cantore Jeanfi Avalain (Gianni A.) avrebbe documentato il tutto componendo la ballata stessa.

Benchè non ci sia prova che la ballata origini davvero dalla penna di Avalain stesso, c’è motivo di credere che gli eventi narrati siano complessivamente accurati. Ricercando sino alla fonte delle dicerie, la ballata sembra essere originata da Bocca del Titano, ma qui non è chiaro chi sia stato a comporla per primo.

Maragon ‘lo Splendido’ sostiene di aver ricevuto il testo dai Raminghi del Mare stessi, che lo avrebbero pregato di immortalare la loro gloria con il suo canto sopraffino. D’altronde Estrellus ‘Voce di Cigno’ sostiene che Maragon abbia ascoltato metà della storia di soppiatto origliando un cacciatore di Worth nanico e che abbia inventato l’altra metà di sana pianta.

Ad ogni modo, nella città molti hanno confermato la veridicità della lotta avvenuta.

Questo potrebbe suonare positivo se non si conosce il finale della ballata, che si conclude con un viaggio a Rocca degli Astri e l’arrivo di un Arconte del Vuoto.

Se si scoprisse che anche l’epilogo della ballata è accurato come parrebbe esserne il corpo principale possiamo solo sperare che gli avventurieri più famosi del continente siano all’altezza del loro nome e ricaccino l’ennesima orribile creatura nel vuoto da cui proviene.

Visita la Locanda 66!(GDR 66)

Emnotork

“Anche a te serve una pausa da queste estenuanti avventure? O forse sei alla ricerca di nuovi incarichi o di provviste e risorse?

Allora la Locanda 66 fa al caso tuo!

Uno splendido ritrovo nel sobborgo Ragnatela di Synistas, creato da avventurieri, per avventurieri.

Vieni pure in qualsiasi momento, e Shana, Ginko, Ashwénder, Darwin, Litium e Koito si prenderanno cura di voi!

Locanda 66, la locanda che vorrei”.

Disastro o nuova era? (GDR 10)

Emnotork

I sotterranei di Synistas sono pieni di mistero e possibilità inimmaginabili, questa diciamocelo, non è una notizia, ma il bello arriva proprio adesso: siete un mago? Avete presente cosa voglia dire averne uno come amico? O ne avete anche solamente sentito parlare? Immagino di sì!

Sapete dunque quanto possano essere preziosi, ma anche smidollati per via di un ambizione e/o follia senza pari, beh in caso non lo sapeste, vi spieghiamo noi di cosa sono capaci i maghi ed in particolare uno tra loro.

Il mago Dadorys Rysa (Davide B.) era con la sua compagine denominata “I senza nome” nei sotterranei della capitale del Regno del Re Ragno. Avevano scoperto un laboratorio dei cultisti del vuoto dove si producevano ingenti quantità di meraviglia. Erano pronti a sgominare cultisti e a piazzare un colpo letale a favore del Re Ragno e contro la piaga che attualmente ghermisce l’intero continente, non fraintendetemi lo hanno fatto, ma poi, hanno osato un poco di più!

Nel laboratorio, il mago Dadorys Rysa (Davide B.), ha trovato un artefatto molto potente e ha deciso nonostante tutto di utilizzarlo. Le cose non sono andate proprio come previsto, c’è stato un sovraccarico dello stesso artefatto che è esploso in mille pezzi! Il gruppo si trovava nel Sobborgo Ragnatela, al di sotto del Palazzo Dell’aria che è letteralmente saltato in aria per una buona metà. Parsy Vorianek, il capo dei maghi dell’aria ha messo al sicuro i suoi discepoli, ma per le strade ci sono stati diversi feriti che sono stati accolti dai templi di Malvar dove molti cerusici sono stati impiegati per evitare il peggio.

Il danno a livello architettonico è colossale, ma vi è un motivo per il quale Dodarys Rysa e la sua compagine non sono stati impiccati da Tal Vashot in persona.

L’esplosione magica ha causato un evento che non accadeva in Emnotork da circa 200 anni. Il sovraccarico magico è stato tale da innestare la scintilla magica (ovvero la capacità di compiere incantesimi) a molti di coloro che sono stati colpiti. Le donne incinta sono sotto osservazioni poiché le creature che portano in grembo potrebbero nascere con poteri inimmaginabili. Vi sarebbero anche delle contro indicazioni di carattere fisico, dato che molti potrebbero registrare della malformazioni, ma Tal Vashot è intervenuto in merito scomodando il Metamorfista Darren che sta impiegando tutti i suoi adepti per prevenire che tali malformazioni abbiano ad esistere.

Tal Vashot ha poi convocato la compagine “Senza Nome” a suo cospetto, perché certamente l’evento non passerà sotto silenzio, seppure Synistas da oggi in avanti, rispetto al resto delle città di Emnotork, potrebbe avere tra le mani un esercito di maghi di talento; che sia l’inizio di una nuova era magica per la capitale?

La chiusura del Worth e la lista della Morte (GDR 28,31)

Emnotork

Un worth è stato chiuso non molto tempo fa nel canale di Quata (Gdr 47) ed un altro adesso ha cessato di esistere grazie all’intervento di due gruppi di avventurieri: Masters Killers e Void Reapers.

Hanno lottato presso il lago Luthani con una serie di creature del vuoto uscite da un Worth in rapida espansione. Il fenomeno aveva preoccupato l’amministrazione della capitale al punto da inviare diversi avventurieri che hanno trovato la morte in rapida successione, così non è andata per M. Killers e V. Reapers che non solo hanno ucciso le creature, ma sono riusciti nell’arduo compito di chiudere il Worth.

Il mago dell’aria Barnaby li ha accompagnati in questa avventura e sembra avere scoperto un modo per chiudere tutti gli Worth, anche se la smentita è arrivata secca prima da Darren il Metamorfista e poi dallo stesso Parsy Vorianek, capo dei maghi dell’aria. La natura degli Worth è complessa e diversificata, avere trovato modo di chiuderne un tipo, non vuol dire poter chiuderli tutti. Il metodo Barnaby è sotto esame presso quel che rimane del Palazzo dell’aria recentemente saltato in aria per via del mago Dadorys Rysa (NDR: vedi l’articolo precedente)

Darren sta stimando i diversi portali e i metodi per chiuderli, creando una sorta di compendio che potrebbe vedere la luce molto presto. Il portale chiuso da Barnaby e dalle due compagini è stato ribattezzato “Vuoto del Sangue”, ma non sappiamo molto riguardo al metodo esatto utilizzato.

La popolazio del lago Luthani che prende il nome da un sobborgo secondario della stessa Synistas ringrazia di cuore gli avventurieri per averli messi al sicuro dalle creature del vuoto e dal portale stesso!

Gli eroi non sono mai abbastanza contro la piaga del vuoto e nuovi nemici stanno prendendo nota dei nomi di coloro che li ostacolano.

Alcuni fedeli di Malvar hanno trovato una lista redatta dai cultisti del vuoto in cui sono stati inseriti i nomi di qualsiasi avventuriero abbia propiziato la chiusura di un Worth. La lista sembra essere stata venduta a diverse confraternite di assassini in Emnotork. Ogni nome ha una taglia, state allerta eroi!

La morte dell’antico (GDR 57, 27)

Emnotork

Uluh-Trah, questo il nome della paura. La creatura è scomparsa dai mari di Emnotork sotto il segno degli implacabili Van Kraken (GDR 27) e della compagnia dal nome affascinante M.A.R.I.O. (GDR 57).

Unire le forze è stato necessario per distruggere la minaccia che per anni ha imperversato nei mari sud-orientali del continente impedendo a molte realtà di concretizzare degli scambi commerciali di alto livello.

La collaborazione tra i due gruppi di avventurieri non sarebbe bastata se non fosse stato per la strega del mare Mama Janga. La sapiente ha dato una serie di informazioni che hanno permesso di giungere nelle profondità marine a seguito di un rituale per avere accesso all’abisso oceanico.

L’inizio della sfida per gli avventurieri è stato proprio questo, dato che prima di incontrare l’antico hanno dovuto districarsi in una serie di intrighi e di visioni terrificanti atte a renderli folli.

La tempra degli eroi è stata in grado di colmare la misura e di giungere di fronte all’antico che è stato ucciso grazie ad una collaborazione tra le parti e un grande coraggio.

A seguito di tale evento finalmente i Van Kraken hanno deciso di ritirarsi dalla carriera di avventurieri e di dedicarsi ad altre faccende.

La Rete commerciale dei Van Kraken è oggi attiva e riguarda il Porto Rocciamare, non lontano dalla capitale dei nani Xantrar, Scaglia Nera, Rocca dei Girofanti, Kravendam, Sale Nero e l’Isola delle lacrime.

Il Duca Aendyl (Alessandro V.) è stato nominato Vicario di Kravendam assieme alla moglie Morgana, Dryden (Stefano L.) ha preso possesso del Castello abbandonato delle foresta dei sussurri nel quale sta operando per reclutare e addestrare spie per diverse confraternite locali
Edmund è diventato L’Oracolo dell’est e si è stanziato nelle isole delle Lacrime, Rus (Unai V.) e Pallino (Flavio F.) invece hanno una rete di locande e bordelli nelle lande delle Nebbie.

Quanto a Cobain (Marco O.), il bardo, è tornato dall’altrove a seguito della chiusura di un Worth e ha ripreso la rotta dei mari al comando della prima Vela dei Von Kraken.

Dalla compagine con il nome affascinante M.A.R.I.O. invece ci aspettiamo ancora grandi cose prima del ritiro per una vita di soddisfazioni di altro tipo!

In chiusura riportiamo la di chiarazione di Omegran, entità responsabile del mare abissale:

“Una grande minaccia è stata eliminata, ringrazio i due gruppi di avventurieri che l’hanno reso possibile. L’invito a presentarsi nel mare sotterraneo di Synistas, dove dimoro, è aperto. Molte sono le vicende interessanti nel mare sotterraneo per chi ha fegato ed è in cerca di oro e gloria!”

L’Ultimo Spettacolo (GDR 35,16, 40)

Emnotork

La città di Obscurissian si è vista al centro degli eventi politici del Regno del Matusalemme.

L’Astro Purificato, un Ordine religioso pericolosamente simile ad una setta per fanatismo e ambizione, ha recentemente subito un duro colpo nelle proprie aspirazioni territoriali.

I religiosi puntavano infatti a imporre il loro credo arcanofobico in tutta l’area compresa fra la foresta della Vita e il Regno dell’Imperatore Dio Drago. Per perseguire questo fine è cruciale ottenere il controllo di Obscurissian, giacché la città fondata dagli Elfi Oscuri è il principale centro economico di tutta l’area Ovest.

Il dominio sulla metropoli è stato messo in discussione dall’intervento di alcuni avventurieri. La rivolta innescata dal ‘Clan di Gelo e Sangue’ (GDR 35) ha costretto l’Inquisitore Teodorico Malaspina a indire uno spettacolo di propaganda per recuperare il controllo della popolazione.

Proprio durante la manifestazione è avvenuto quindi il colpo di mano del ‘Clan’ che assieme agli ‘Artigli del Caos’ (GDR 16) ha eliminato l’Inquisitore.

Le forze alleate della milizia e degli elfi esiliati, hanno quindi eliminato il resto delle forze dell’Ordine, private della loro guida e rese vulnerabili dal distacco di alcune forze.

Con la città ripulita dall’Ordine il legittimo governatore Temarith Endimyon è tornato sul suo seggio. Allo stesso modo, gli elfi nobili della città, che si erano rifugiati nella regione circostante delle Colline di Antea per via della loro tradizione arcana, saranno liberi di ritornare nella città natia.

il magistrale piano del ‘Clan’ e degli ‘Artigli’ pare sia stato indirettamente aiutato dal dispiegamento di alcune forze dell’Ordine al di fuori dei confini cittadini, col fine di inseguire i cosiddetti ‘Eroi di Shamatra’ (GDR 40), un gruppo di individui composto per lo più da arcanisti.

Pare infatti che l’Ordine alla ricerca di una facile vittoria abbia mandato un contingente comandato da Seraphon, un ambizioso comandante dell’ Ordine, col fine di sottomettere gli avventurieri per poterli esibire poi alla popolazione qualora fosse necessario.

La divisione delle forze ottenuta da Seraphon pare aver solo indebolito le chanches di successo dell’Astro Purificato e la sconfitta si è abbattuta sui fanatici, lasciando ad oggi Obscurissian libera ed indipendente come è sempre stata.

Pubblicizza il tuo commercio!

Possiedi una Locanda? Vuoi attirare più clienti presso la tua fucina da Fabbro? Mesci delle splendide pozioni ma nessuno le beve? Invia al Giornale del Drago il tuo annuncio e per poche* monete d’oro potrai apparire accanto agli eroi che difendono i reami dei Continenti!

*Poche è un numero che potrebbe variare- contatta la sede locale della Casa d’Aste per scoprire quanto ci devi. Truffare la Casa d’Aste o rimanere insolventi potrebbe comportare imprigionamento, tortura e\o morte. Sono disponibili pagamenti rateali o pagamento attraverso lo svolgimento di missioni apposite.